Presso il Poliambulatorio MD Clinic a Verona si eseguono visite Specialistiche di Neurochirurgia.
Il Dott. Marco Belpietro, Chirurgo Vertebrale specializzato in Neurochirurgia, approfondisce uno dei più comuni problemi per cui i pazienti si rivolgono al Neurochirurgo: il dolore cervicale, noto anche come "mal di collo".

La maggior parte delle volte, si tratta di un dolore cronico, accompagnato da rigidità e senso di instabilità simile alle vertigini. Alcuni pazienti lamentano anche dolori agli arti superiori con formicolio alle mani.

Alcuni cenni anatomici: le vertebre cervicali sono sette in tutto, le prime due hanno una forma particolare e consentono la rotazione del collo, mentre le altre cinque sono cilindriche nella parte anteriore e triangolari in quella posteriore e tra una e l'altra si trovano i dischi cervicali, una sorta di cuscinetti o anelli elastici che funzionano da ammortizzatori e consentono i movimenti di flesso-estensione del collo.
All'interno delle vertebre c'è uno spazio, chiamato canale vertebrale, dove è contenuto il midollo spinale da cui si diramano le radici nervose. Tramite questi tessuti si trasmettono i comandi motori agli arti superiori ed inferiori.
Quando una o più di queste strutture ossee o nervose viene compromessa si possono generare diverse situazioni:
- Artrosi Cervicale: degenerazione di vertebre e dischi cervicali conseguente all'età o a problematiche lavorative o costituzionali
- Ernia discale cervicale: fuoriuscita di parte di materiale discale determinata da una degenerazione e rottura del disco intervertebrale
- Ernia cervicale o cervico-brachialgia: dolore cervicale irradiato a tutto il braccio fino alla mano dovuto alla compressione delle adiacenti radici nervose
- Mielopatia cervicale: perdita di forza a braccia e gambe dovuta ad una compressione del midollo spinale da parte di artrosi cervicali molto evolute ed aggressive o ernie cervicali voluminose

Ci possono essere poi tumori delle strutture ossee o nervose, traumi cervicali con fratture vertebrali, malattie reumatiche come l'artrite reumatoide, distorsione del rachide cervicale, meglio nota come colpo di frusta e cefalee muscolo tensive determinate da una contrattura dei muscoli del collo.

Per riconoscere l'origine del dolore c'è bisogno di una visita accurata con lo specialista e successivi esami radiologici (RX, TAC o RISONANZA MAGNETICA). A volte sono utili anche una Elettromiografia e i Potenziali Evocati (studio del funzionameneto di nervi e muscoli attraverso degli aghi-elettrodi e dei sensori che trasmettono informazioni su un computer di registrazione).

Le possibili cure variano a seconda dell'origine del dolore e dei sintomi associati. Per esempio una comune artrosi cervicale senza compressione di radici nervose o midollo spinale si tratta in maniera conservativa con Farmaci, Infiltrazioni o Terapia Fisica.
Nel caso invece di problematiche più severe con presenza di compressioni nervose (radici o midollo spinale) la chirurgia riveste un ruolo fondamentale e risolutivo nella maggior parte dei casi.
I progressi in ambito chirurgico consentono, nella maggioranza dei casi, interventi mininvasivi, pressochè privi di rischi e complicazioni con ottimi e duraturi risultati. Con una piccola incisione di 3-4 cm attraverso le pighe del collo è possibile rimuovere completamente un disco cervicale degenerato e fuoriuscito, sostituendolo con uno artificiale di materiale biocompatibile e che si integri perfettamente con le strutture anatomiche del paziente.
Il decorso post operatorio è breve e dopo circa 2 giorni il paziente può lasciare l'ospedale; dopo 20-30 giorni può riprendere l'attività lavorativa e dopo 2-3 mesi qualsiasi tipo di attività fisica.
Il controllo radiologico a 40 giorni dall'intervento mostra una perfetta integrazione del disco artificiale con le vertebre contigue.
Può capitare, talvolta, che sia invece necessario un intervento chirurgico con accesso posteriore per rimuovere la parte delle strutture ossee vertebrali che comprimono il midollo spinale (Laminectomia Cervicale) a cui segue un necessario rafforzamento dell'architettura ossea cervicale con microviti e sottili barre di titanio che conferiscano nuova stabilità alla colonna cervicale indebolita.

Per saperne di più o prenotare una visita col Dott. Belpietro, contattare direttamente il Poliambulatorio MD Clinic.

☎️045 2456283
✉️info@mdclinic.it