Senso di pesantezza alle gambe? Gambe gonfie? Vene evidenti? Dolori, bruciori o crampi alle gambe?

Questi sono tutti segnali e sintomi di una potenziale Malattia Venosa Cronica.

Cos'è la Malattia Venosa Cronica?

La Malattia Venosa Cronica (MVC) è una malattia cartatterizzata da un'alterazione della circolazione venosa degli arti inferiori.
Si tratta di una malattia cronica e progressiva, che influenza negativamente la qualità di vita delle persone che ne sono affette e che, se non trattata adeguatamente, può dare origine a complicanze e quadri clinici gravi (trombosi, flebiti, ulcere venose).
Il processo è lento ma progressivo.
In questa malattia le vene degli arti inferiori tendono a dilatarsi fino alla formazione di varici, edema (gonfiore) e ulcere.

Esistono delle cause?

Nella maggior parte dei casi le cause non sono note.
Ci possono essere condizioni in cui le vene vanno incontro ad una trombosi (presenza di coagulo all'interno della vena) e una volta risolta la trombosi, la vena può tornare normale oppure potrebbe non funzionare più correttamente come prima.
Altra condizione, meno frequente, è la forma congenita, ossia l'assenza di valvole venose fin dalla nascita.
Più frequentemente sono condizioni di predisposizione individuale di cui non si conoscono le cause ma per cui esistono fattori di rischio.

Quali sono i fattori di rischio?

- Familiarità: è una malattia con predisposizione familiare; avere nella propria famiglia qualcuno affetto da MVC aumenta il rischio di sviluppare la malattia
- Sesso: colpisce più frequentemente le donne degli uomini
- Età: il rischio di sviluppare la malattia aumenta con l'età
- Sedentarietà: stare lunghi periodi fermi in piedi o fermi seduti aumenta il rischio
- Fumo
- Obesità, Sovrappeso
- Alterazioni ormonali
- Alterato appoggio plantare
- Utilizzo di indumenti stretti

Cosa sono quindi le Varici?

Le Varici sono vene superficiali degli arti inferiori che presentano, rispetto alle vene sane, danni alle loro valvole e alla loro parete.
All'interno della vena danneggiata, il sangue, invece di scorrere in direzione corretta (ossia dal basso verso l'alto e dalla superficie alla profondità) ricade e refluisce verso il basso per la forza di gravità danneggiando ulteriormente le vene.
Il risultato di tutto questo è la dilatazione della parete venosa. Le vene si presentano quindi tortuose e dilatate.
Le Varici restano comunque solo una manifestazione clinica della Malattia Venosa Cronica (MVC).

Come fare diagnosi?

E' importante ricordare che i sintomi elencati non sono caratteristici della MVC, ma possono essere presenti anche in altre patologie. 
Nella malattia venosa questi sintomi hanno caratteristiche ben precise e specifiche (ad esempio variano durante la giornata, variano al variare della temperatura esterna, variano durante le fasi del ciclo mestruale...), per cui è sempre necessaria una valutazione specialistica per eseguire una diagnosi corretta.
La diagnosi si esegue con una visita specialistica flebologica e un ecocolordoppler venoso degli arti inferiori.

Per maggiori informazioni o per prenotare la vostra visita vascolare contattateci!

MD Clinic Verona
☎️045 2456283
✉️info@mdclinic.it